Amore indissolubile

Difficile farti da parte quando ti chiami Mario Mandzukic e il feeling con il proprio allenatore scavalca ogni possibile spiegazione logica. Qualcuno sicuramente si sarà chiesto il motivo per il quale, ieri nella sconfitta di Genova, il croato abbia replicato la propria presenza nel rettangolo verde di gioco, emulando l’anonima prestazione di qualche giorno prima … Leggi tutto Amore indissolubile

L’inutile quarto d’ora di Mandzukic

Il sacrificio per un attaccante moderno è importante, a patto che l'eccesso di esso non determini in negativo il bilanciamento di una squadra. Mario Mandzukic, inutile girarci intorno, rappresenta l'ago della bilancia del reparto medio-avanzato: appunto di quel settore ben delineato. Troppo elevato il peso specifico del croato nell'economia del gioco allegriano; fondamentale il proprio … Leggi tutto L’inutile quarto d’ora di Mandzukic

Via le catene

Ogni lasciata è persa; ogni centimetro deve essere divorato voracemente. Un dogma, questo, che Moise Kean avrà imparato a memoria in questi mesi, prima di attendere che il destino gli porgesse nuovamente la propria mano. Il talentuoso ragazzo vercellese non ha tradito le aspettative, ieri sera, nel match di Tim Cup contro il Bologna, chiudendo … Leggi tutto Via le catene

Ai piedi di Mario

Ora finalmente si sarà spogliato di quel restrittivo nomignolo di tuttofare, lasciando spazio alla sua essenza naturale: l'ariete del gol. Mario Mandzukic, l'uomo dalle mille qualità, in fondo, è nato per questo; sfondando, puntualmente, la rete nelle serate da bollino rosso. La sua migliore partenza stagionale in bianconero, a 32 anni, è l'emblema di come … Leggi tutto Ai piedi di Mario

Il destino nelle mani

Trasformare i sogni in solide realtà, questa volta, potrebbe dipendere più dalla testa che dalle avversità. Il regolamento di conti maturato, ieri, all'Alianz Stadium fra Juventus e Napoli, è sembrato un messaggio preciso e inequivocabile alla stagione bianconera. Il risultato di 3-1, che sarebbe potuto essere decisamente più rotondo per quanto profuso, è solo il … Leggi tutto Il destino nelle mani

Il nemico non canta più

E' meglio godere di quello che si ha che immaginare di farlo su un corpo altrui. Alla fine la sentenza rischia di essere ancora una volta la stessa, nonostante le solite speranze nata in estate e affievolitesi in primavera. La Juventus dei cannibali annichilisce la Sampdoria, trainata da un super Douglas Costa, facendo ritornare nel … Leggi tutto Il nemico non canta più

Voilà Matuidi: l’equilibrista

    Era dei tempi di Edgar Davids che non si assisteva allo sguinzaglio di un mastino feroce nel cuore del centrocampo bianconero. Blaise Matuidi, il 30enne francese pagato 20 mln dal Psg, ha dimostrato ancora una volta, che bastano semplici quanto essenziali caratteristiche per equilibrare un centrocampo, una squadra. Non è un caso che … Leggi tutto Voilà Matuidi: l’equilibrista

Quel freno a mano che ingolfa la Signora

    Qual'è l'avversario più temibile per la Juventus nella corsa al tricolore? Semplice, la Juventus stessa. Almeno questo è emerso ieri sera dalla supersfida contro la capolista Inter; una squadra organizzata, in fiducia, ma nulla più. Eppure la Signora, nella notte dell'Alianz Stadium non è riuscita a perforare un muro che in altre circostanze … Leggi tutto Quel freno a mano che ingolfa la Signora

Schiavo di Mandzukic e Khedira

  Cambiare opinione è spesso sinonimo di intelligenza: soprattutto se dati alla mano la verità è contraria alle proprie convinzioni. La Juventus che sprofonda al "Ferraris" contro una coriacea Sampdoria, mostra ancora una volta i limiti di una squadra depotenziata sul rettangolo di gioco. Non bastano le parole turnover o sfortuna per giustificare la lezione … Leggi tutto Schiavo di Mandzukic e Khedira