Il vecchio e il bambino

27048a85f4f6fee18fe77205e3829cd7

Bastava l’occasione giusta, in fondo, per dimostrare che quei due non erano dei semplici doppioni.

Il sodalizio inaspettato quanto affascinante tra Mario Mandzukic e Moise Kean ha scosso il mondo Juve nell’ultimo mese.

Una coppia costruitasi per puro caso, ma che ad oggi, pare poter diventare una solida realtà da tenere in forte considerazione.

Certo, Cristiano Ronaldo potrà dormire sonni tranquilli riguardo la propria titolarità, a partire da Mercoledì prossimo contro l’Ajax; ma gli altri due posti del tridente offensivo non sono cosi scontati.

Il vecchio saggio croato, dall’espressione dura e l’animo generoso, insieme alla prepotenza del giovane crack italiano, non possono passare inosservati.

La carezza di SuperMario sul capo di Kean dopo il gol vittoria contro il Milan, sa tanto di protezione paterna verso la retta via.

Già, perchè il magic moment del ragazzo di Vercelli potrebbe far deragliare la propria personalità da un momento all’altro, senza l’ausilio di un pastore, capace di illustrare il percorso giusto.

Il gigante di Slavonski, da questo punto di vista, non è mai stato secondo a nessuno, come dimostra la propria carriera fatta di dati oggettivi e non di futili chiacchere.

Anche, ieri, nella gara contro i rossoneri, Mandzukic si è travestito da diavolo, abbinando all’inesauribile generosità, l’altruistico aiuto al giovane Kean.

Come contro l’Empoli qualche settimana prima (in quella circostanza con un assist diretto), il numero 17 finalmente ha potuto incidere anche nell’area avversaria con la propria strabordanza fisica.

Miele per un giovane affamato come Moise, capace di trovarsi lo spazio giusto per trasformare in oro tutto ciò che si riesca a toccare.

Crescita esponenziale che era nell’aria, quando hai al proprio fianco quotidianamente calciatori che mettono la propria anima a disposizione della squadra, prima del proprio ego.

Un percorso che il “vecchio” e il “bambino”, tenendosi per mano, potranno percorrere ancora insieme; prima che la vita sarà costretta a presentare un giorno una nuova pagina da sfogliare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...