Non trattatelo così

ronniAnche i marziani possono diventare normali.

Ora, andate a spiegare questo concetto alla fetta di tifosi bianconeri convinta a cuor leggero, che la differenza in Juventus-Real Madrid, dello scorso anno, fosse racchiusa solamente in quell’uomo venuto dallo spazio.

Paradossale, invece, come oggi Cristiano Ronaldo, sembri un calciatore terrestre, all’interno di un contesto in grado, in poco tempo, di tagliargli quelle invincibili ali.

Sì, perchè gli ennesimi 90 minuti passati a pascolare nella metà campo partenopea, scuotendo il capo, sono la replica di un copione già visto troppe volte in questa stagione.

Atteggiamento ultra-difensivo quello bianconero, radicato come un male, che neanche le cure del più forte e carismatico calciatore al mondo sanno debellare; inghiottendo l’ennesimo campione nel vortice della sofferenza di un gioco privo di attacco.

Nonostante le 20 reti stagionali, di cui 19 in Campionato, la prima stagione bianconera di Cr7 sembra ricalcare a pennello, nell’animo, l’avventura del suo predecessore Gonzalo Higuain.

Stesso isolamento nel reparto avanzato, stessi minuti interminabili ad aspettare un pallone giocabile; stesse smorfie di insofferenza, per una situazione inaccettabile per un cannoniere con il suo score.

Depressione visibile sul volto del fuoriclasse di Madeira, che ieri, dopo 74 minuti di anonimato, ha manifestato la propria frustrazione in panchina , senza però, mutare di una virgola la situazione.

Una condizione tattica, che dopo aver disintegrato Paulo Dybala, sta corrodendo il carattere da leader del numero 7 bianconero, che a differenza dell’argentino, sicuramente, non accetterà a lungo questo calvario.

Con l’attuale pericolo, alle porte, di essere eliminato agli ottavi della sua competizione preferita, con un solo gol all’attivo; Cristiano non si adatterà facilmente a ritornare sulla Terra dopo 20 anni passati nello spazio.

Motivi, per i quali, l’uomo che siederà in  panchina da Giugno, sarà la chiave del futuro di Ronaldo; per non chiudere anticipatamente una storia d’amore che avrebbe i contorni del tragi-comico.

Ad Andrea Agnelli la decisione madre: per non passare in breve tempo dall’acquisto alla figuraccia del secolo.

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...