Senza blocchi

blaise

Bastano 45 minuti di un mercoledì sera di calcio infrasettimanale per intuire che questa Juventus dall’indole cupa e spietata sa anche illuminare la scena.

Il Bologna di Pippo Inzaghi rabberciato e colmo di riserve non era di certo venuto a Torino con gli occhi della tigre addosso, ma il rischio impantanamento era comunque dietro l’angolo.

Quella oramai radicata abitudine a sbloccare il risultato dopo un faticoso primo tempo condotto a velocità ridotta ha lasciato spazio, ieri sera, per la prima volta in stagione, a 45 minuti di calcio a tratti spettacolare.

Il 3-5-2 rispolverato da Max Allegri seppur non il modulo perfetto per sprigionare una costante manovra offensiva ha regalato per metà match la migliore Juventus stagionale, visivamente parlando.

Dybala, finalmente, geocentrico all’interno della manovra è sembrato a suo agio nel ruolo di seconda punta, al fianco di un C.Ronaldo, che finchè si è giocato a calcio, è entrato incisivamente nei momenti salienti della gara.

Merito di una fluidità di azione veloce e meno compassata, “liberata” da blocchi che spesso e volentieri influiscono a far perdere tempi di gioco.

In tal caso, se mentre per Khedira ci ha pensato la sorte a sgravare il tecnico livornese da una fastidiosa tassa da pagare; per Mandzukic ed Alex Sandro, questa volta, ci è voluto il logico turnover.

Paradossale come il fenomenale Joao Cancelo, impiegato sulla fascia non di sua primaria competenza, seppur a piede invertito, è riuscito a sveltire l’azione al cospetto delle futili piroette del terzino brasiliano.

La coppia perfetta creatasi con Blaise Matuidi ha perforato costantemente la squadra emiliana, incapace di frenare gli inserimenti dei vagoni provenienti dal binario di sinistra.

Un’arma che sarebbe potuta diventare letale se i Campioni d’Italia non avessero risparmiato le energie nella seconda frazione di gioco, ignorando la voglia da gol di Cr7.

Lo stesso fuoriclasse portoghese che nonostante la sua non eccezionale serata a livello personale continua ad essere più riconoscibile con partner d’attacco tecnici al proprio fianco in grado di lanciarlo immediatamente nello spazio creato.

Mario Mandzukic, seppur prezioso sotto altri aspetti all’economia soprattutto mentale della Juventus, spesso e volentieri ingolfa l’azione d’attacco inglobando l’asso portoghese nelle affollate difese avversarie.

Il secondo gol del numero 1 al mondo contro il Sassuolo con tanto di contropiede a velocità supersonica è l’unica specialità, ad oggi, ammirata da Cristiano con la maglia bianconera.

Un momento di gioco, dove seppur con il risultato sbloccato, vedeva Ronaldo libero di prendersi tutto il fronte d’attacco, appoggiato dai funambolici Douglas Costa e Dybala.

Uno sprazzo di luce vera all’interno di copioni stampati in serie, dove la presenza del croato ha spesso costretto la squadra torinese ha insistere su cross dalla trequarti, infruttuosi per uno con le qualità tecniche sopra alla media come Cr7.

Il tanto conclamato paragone fra Mandzukic e Benzema, in tal senso, centra come il due di briscola; considerata l’attitudine della punta francese, di aprire sì spazi, ma attraverso l’attacco costante alla profondità.

Caratteristiche in antitesi con Super Mario, avvezzo al gioco fisico, sporco e molto sacrificante.

Un collage globale, che seppur forzato dalle radicate convinzioni Allegriane, dovrebbe essere rivisto dopo la performance seppur a ranghi ridotti di ieri sera.

Il Napoli, ma soprattutto i prossimi impegni europei, dovranno tassativamente far sì che il motore Juventus aumenti vertiginosamente i propri giri.

Perché l’importante, come dice Allegri, è arrivare alla vittoria; ma farlo attraverso un gioco veloce e senza blocchi, sarebbe, senza dubbio, molto più facile da raggiungere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...