Il rumore dei nemici

cristiano-ronaldo-espulsione-juventus-settembre-2018

Ora l’agnello è diventato una belva, ruggisce e fa paura.

La Juventus che espugna il “Mestalla” contro tutto e tutti è la dimostrazione di una squadra vera, forte e molto pericolosa per chiunque.

Una maturazione quella della compagine di Allegri che si evince nei primi 90 minuti europei, in cui la prepotenza schiaccia il sopruso.

Già, perché se il fischietto inglese Oliver in Real Madrid-Juventus dello scorso anno aveva scandalizzato l’Europa calcistica; la terna tedesca di ieri sera l’ha svergognata del tutto.

L’espulsione di Cr7 dopo una puerile carezza a Murillo è sembrata più la prima avvisaglia di un regolamento di conti, che un semplice abbaglio da campo.

Vedere il più forte calciatore del mondo scappare da un lusso onnipotente per dimostrare di essere il migliore in una squadra umilmente grandiosa, non è un boccone digeribile.

La consegna del “Uefa Best Player” a Luka Modric (con tanto di disertazione di Cristiano maldigerita dalla Uefa), era solo un succoso antipasto di ciò che si è presentato ieri sera.

Momento di rabbia e confusione interna, che forse ha aperto occhi e mente a Ronaldo, nel comprendere il perché questa Juventus arrivi spesso ad un passo dalla gloria.

Berlino 2015, Monaco 2016 fino alla zingarata di Madrid della passata stagione, sono espedienti da non sottovalutare nel “mal di Coppa” bianconero.

Se a ciò si aggiunge l’ingrombrante figura del numero 1 al mondo all’interno dell’odiato calcio italiano, ecco che l’impresa annuale sarà ancor più tortuosa del normale.

Una scalata a mani nude che troverà ostacoli ed imprevisti sempre più duri ed incalcolabili; senza opportunità di difesa, se non su un campo da gioco.

Vincere in terra spagnola in 10 per 70 minuti su un campo così caldo, con una personalità invadente e una determinazione feroce, è la dimostrazione che la Juventus in questa stagione vuole tritare ogni avversità.

Motivi per i quali non basterà battere il nemico ma asfaltarlo completamente, dopo averlo denudato dai soliti giochi vigliacchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...