Dybala, Del Piero insegna: il talento sopravvive alla tattica

dybalex

Per sopravvivere non è sufficiente avere con sé doti naturali senza l’adattamento all’ambiente circostante.

Paulo Dybala, talento cristallino, ma anche di cristallo; pare ad oggi ancora non aver trovato la sua giusta e definitiva dimensione.

Il talento di Laguna Larga, arrivato sotto l’ombra della Mole nell’estate del 2015, aveva tutto per entrare nell’Olimpo della storia bianconera.

Quell’excursus di campioni toccante l’apice nel divino Alessandro Del Piero; sembrava aver trovato nel giovane argentino la naturale evoluzione del fuoriclasse numero 10.

Le giocate ad effetto di pregevolissima fattura si sono alternati a momenti di black-out fino ad una preoccupante eclissi che ha offuscato la Joya nell’ultimo anno e mezzo in bianconero.

Una metamorfosi che ha ridimensionato il blasone di colui che veniva idealizzato come l’erede naturale di Leo Messi; finendo per emarginarlo anche nel progetto di una nazionale argentina, mai così mediocre.

Le qualità di Paulo sembrano essere momentaneamente sotterrate da una fragilità psicologica che non gli permette di rivoltare il destino come i grandi campioni dovrebbero fare.

Il vestito tattico della Juventus attuale modellato ad hoc per Cristiano Ronaldo non può essere l’unica e principale scusante per l’involuzione dell’attuale numero 10 bianconero.

In tal caso, la storia dimostra, che i campioni sanno soffrire risalire e riemergere dalle ceneri, evolvendo fra allenatori diversi e posizioni tattiche in continuo mutamento.

Alessandro Del Piero, nonché il Gotha del calcio juventino ne è stata una lampante dimostrazione di ciò.

La più grande espressione di carisma abbinata al talento capace di mantenere livelli altissimi per tutto il corso della sua gloriosa carriera.

L’ex capitano bianconero ha avuto una maturazione completa, passante da momenti personali difficili a sacrifici di gioco non indifferenti per uno della sua dimensione.

Tatticamente parlando, il giovane fuoriclasse padovano ha iniziato la propria carriera da esterno sinistro di centrocampo, ruolo nel quale ha esaltato i suoi proverbiali tiri a giro, vincendo a 22 anni la Champions League da protagonista.

Quella posizione un po’ stretta per le capacità realizzative di Alex gli ha permesso l’anno successivo di avanzare il proprio baricentro qualche metro più avanti da vero numero 10.

Ma si sa l’adattamento per un campione diventa fondamentale soprattutto se dividi il proprio estro con altri fuoriclasse all’interno di un dream team.

Lo sbarco di Zinedine Zidane sul pianeta Juventus nell’estate del 1996 ha condotto Del Piero a rivedere nuovamente la propria collocazione, divenendo quello che il grande avvocato ribattezzò un 9,5.

Fu qui che il capitano costruì gran parte delle sue fortune juventine, a suon di gol, vittorie e trofei.

Eppure quando si arriva a più di 30 anni dopo una carriera invidiabile il pensiero che tutto ti sia dovuto è concreto e per alcuni logico.

Non per Alessandro Del Piero, uno capace di giocare e vincere (segnando un gol importantissimo in semifinale) la Coppa del Mondo ritornando a fare l’esterno sinistro di centrocampo 10 anni dopo.

Una dimostrazione di qualità mentale oltre che tecnica abbinata ad un ossessivo sacrificio che ha permesso a Pinturicchio di diventare un colosso difficilmente superabile dai nuovi rampolli bianconeri che verranno.

Ragion per cui, nel calcio, spesso sono testa ed ambizione che fanno la differenza sull’originale talento.

Un film quello di Del Piero che Dybala forse, ad oggi, dovrebbe studiare e ristudiare per far capire a sé stesso in primis e alla Juventus, qual è il suo posto preciso nel glorioso universo bianconero.

Un pensiero riguardo “Dybala, Del Piero insegna: il talento sopravvive alla tattica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...