Pressione benevola

ronni

Trasformare i desideri in solide realtà, o quantomeno cambiarne i connotati delineandoli in maniera decisa e visibile.

La Juventus di Cristiano Ronaldo, probabilmente una delle più forti della gloriosa storia gobba è pronta a dare battaglia, coperta da un pesantissimo involucro di aspettative.

Normale quando hai in rosa il calciatore più decisivo della storia del calcio moderno; scontato quando quel maledetto obiettivo Champions League deve essere raggiungibile soprattutto in questo momento storico.

Un percorso di crescita graduale esploso in questa estate “bollente”, dove l’impossibile è diventato possibile, dove i calcoli del passato hanno lasciato spazio al rischio ponderato.

Nel calcio nulla è scritto a tavolino, ma questa Juventus non può sbagliare, soprattutto non può tirarsi indietro dinanzi ai colossi europei.

A tal riguardo, vitale sarà superare l’ultimo step mentale, quello che tante volte ha buttato giù la Signora ad un passo dalla gloria, impantanandola nel limbo dell’eterne incompiute europee.

Una molla psicologica tenuta a freno da Massimiliano Allegri; uno che col il suo razionalismo esasperato ha collezionato sì 4 scudetti preziosi, ma al contempo due finali perse e un paio di eliminazioni marchiate dallo stesso stampo.

Un’abitudine conservatrice che non paga nella massima competizione continentale e che in questa stagione il tecnico livornese sarà costretto a mutare, per il bene proprio e della Juventus.

Da Sabato 18 Agosto una pressione abnorme graverà sulle spalle di ogni bianconero e non evaporerà neanche dinanzi alla più lucente vittoria.

Paradossale, però, come un’apparente handicap di tale portata possa rivelarsi l’arma in più per oltrepassare quella maledetta linea finale.

Uno step che la Vecchia Signora ha intuito di poter valicare solo con il coltello alla gola.

Non è un caso che le migliori prestazioni Allegriane, infatti, siano coincise con situazioni complicate, quasi oramai compromesse.

Le imprese di Monaco nel 2016 e l’ultima di Madrid nella stagiona appena conlcusa, sono la lampante testimonianza di come la Juventus debba giocare a briglie sciolte.

Una libertà non solo mentale, quanto di impostazione tecnico-tattica; per dar sfogo ad una qualità offensiva che di per sè non aveva già nulla da invidiare a nessuno e che oggi pare essere inarrivabile per chiunque.

Cristiano Ronaldo, in tal senso, potrebbe essere la svolta di pensiero; un’arma che dovrà tassativamente essere sfruttata a dovere, con un solo modo: l’attacco.

Già, perchè mister 5 palloni d’oro e 5 Champions League, non può permettersi di raccordare la manovra a metà campo alla Gonzalo Higuain; perchè lui è stato preso per sfruttare la sua unicità negli ultimi 20 metri.

Una condizione obbligatoria che investimento economico e blasone del calciatore alla mano, non può essere assolutamente mutata, ma rispettata.

La Juventus continuerà ad essere un gruppo marciante in un’ unica direzione, ma non potrà non sfruttare a pieno le potenzialità del calciatore più decisivo in Europa.

D’altronde, l’investimento talmente affascinante quanto rischioso non avrebbe senso di esistere senza quella maledetta illusione europea.

Un sogno che lo stesso Andrea Agnelli ha definito ieri l’obiettivo fondamentale che la Juventus dovrà giocarsi con tutte le fisches, ma soprattutto con convinzione.

Affrontare l’ostacolo con la consapevolezza della propria forza mettendo paura al nemico di turno, senza che accada il contrario; perchè la Juventus, oggi, può permettersi l’etichetta di una delle più forti.

Fardello emotivo, questo, moltiplicato a dismisura che se da un lato potrà incutere timore agli occhi di numerosi tifosi bianconeri, dall’altro potrebbe liberare la Vecchia Signora da quelle catene che l’hanno ancorata negli ultimi 20 anni di storia europea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...