Rischio da correre

sergei

Quando il margine di miglioramento si assottiglia, occorre oltrepassare i propri limiti.

Sergej Milinkovic Savic è prepotentemente il tormento estivo della Vecchia Signora; un sogno che si ripresenta in modo costante e assillante.

Il talento serbo fiorito in maniera maestosa nell’ultima stagione alla Lazio è il sogno proibito di mezza Europa; ma soprattutto della Juventus.

Un centrocampista dal fisico prorompente e dalla tecnica sopraffina; uno di quei calciatori che in mezzo al campo valgono per tre.

Un desiderio quello di Madama forte e bramoso, tanto da cancellare in modo deciso l’ombra di un possibile ritorno in quel ruolo di Paul Pogba.

I 120 milioni chiesti dall’ostico presidente Lotito suonano come una muraglia difficile da oltrepassare; ma non impossibile da scardinare.

La Juventus ha nelle proprie corde un’operazione così esosa (il caso Higuain insegna); ma bisogna scrollarsi di dosso il rigido e a tratti esasperato equilibrio di mercato.

Non è un mistero che i Campioni d’Italia siano poco distanti dalle big d’Europa e che basti poco per tappare una falla che continua ad essere radicata negli ultimi anni: il centrocampo.

L’arrivo di Emre Can in tal caso sarebbe prezioso ma non del tutto sufficiente per completare un reparto che con Pjanic, Matuidi e appunto il sogno Milinkovic Savic avrebbe pochi eguali in Europa.

Già, perchè nella competizione chiave nella testa della Juventus non si può seriamente combattere fino alla morte senza un centrocampo d’èlite.

Un motore quello in mediana vero tallone d’achille di una squadra portentosa in avanti e ancora equilibrata nel reparto arretrato.

Un rischio quello di Milinkovic Savic, che mai come in questo caso vale la candela; per alzare concretamente e in modo convinto, un’asticella da tempo svettante nei confini nazionali.

Una decisione questa che chiederà cash, coraggio ma soprattutto tempismo: onde evitare che il mondiale, porti via, un’opportunità ghiotta, per una Juventus alla ricerca della tanto desiderata perfezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...