L’uomo del destino

duglas

E poi bastano 45 minuti dei suoi per rimettere le cose a posto, trasformando un incubo nel più dolce risveglio.

Douglas Costa, in questa stagione, in fondo, è stato il jolly capace di mascherare disagi e difetti della Juventus Allegriana.

Una vera bombola di ossigeno nei momenti di folle apnea; una chiave capace di aprire e serrare una cassaforte mai così perforabile.

Anche e soprattutto nella notte decisiva per la conquista del tormentato settimo tricolore, l’asso brasiliano ha rivoltato una storia che stava per assumere contorni tragi-comici.

La sciagurata scelta di Massimiliano Allegri di porre in panca l’alieno verdeoro per un abbottonato 3-5-2, ha lasciato spazio ad un primo tempo da film dell’orrore.

L’incapacità di creare un’azione offensiva verticale, cozza con la monotona prevedibilità di una squadra incapace di arrivare a rete senza l’accelerata del campione.

Il risultato è riassunto nel pastrocchio di Buffon e Rugani, inglobati in quel calderone dell’ossessivo torello difensivo.

Il vantaggio bolognese dopo il primo tempo avrebbe potuto dar vita all’ennesimo sussulto di un campionato, che sarebbe dovuto essere morto e sepolto secoli or sono.

Ma Allegri per fortuna propria e del popolo bianconero ha dalla sua Douglas Costa; l’uomo in grado di far riscoprire il gusto dello spettacolo, colui capace da solo di rimettere il talento dinanzi alla paura.

Bastano pochi minuti per riscrivere la storia, poche giocate per chiedersi come sarebbe stata l’odierna Juventus senza quello schizzo di evasiva fantasia dentro una gabbia di “detenuti”.

La risposta risiede nelle funamboliche giocate, gol, ma sopratutto assist decisivi; capaci di materializzare gli ectoplasmi di Dybala e compagni, troppo spesso scoraggiati da un contesto di gioco a loro deleterio.

Una miniera di pezzi pregiati che dalla prossima stagione potrebbe comporre un mosaico da sogno; dove l’estro di Douglas Costa sarà vitale per conquistare nuovi prestigiosi traguardi.

Uno dei quali in quest’annata, flash l’ha raggiunto eroicamente; rivoltando un destino che sembrava, qualche settimana fa, aver già espresso il suo triste e logico finale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...