Ossigeno al Cuadrado

cuadrado

E’ ritornato proprio nel momento del bisogno: quando l’aria iniziava vertiginosamente a mancare nelle mura dell’Alianz Stadium.

Juan Cuadrado si riprende la Juventus da dove l’aveva lasciata; a suon di serpentine, guizzi e gol pesanti come macigni.

La rete con la quale rompe per l’ennesima volta la resistenza del Diavolo in quel di Torino; sa di toccasana per un torneo, nuovamente, da stasera, nelle mani della Vecchia Signora.

Quella freschezza miscelata ad una qualità oramai temprata ad alti livelli, capovolge una partita, che gli uomini di Gattuso stavano pericolosamente inclinando nel proprio verso.

Già, perchè l’attenzione esasperata e controproducente al grande ex Leonardo Bonucci (peraltro in gol), distoglie l’attenzione per 45 minuti al compito della Juventus: giocare a calcio.

Si sa che che la squadra di Allegri non è avezza allo sciorinamento di un lussurioso football e che lo scacchiere disegnato fin dall’inizio, non aiutava a ciò; ma ci si attendeva comunque, qualcosa di più.

Ma è qui, che spesso cambia la musica con una semplice nota; la solita breve armonia capace di cambiare uno spartito noioso in vincente.

Il Milan di Gattuso spreca due-tre contropiedi limpidi; attraversando come una lama nel burro un centrocampo, ancora una volta fantasma.

Come spesso accade, però, basta una scintilla per svegliare la Juventus attuale; una luce pronta ad illuminare manciate di minuti letali.

Il Panita, in tal senso sbuca con rabbia dalle tenebre dell’Alianz Stadium; dando la boccata di ossigeno ad una squadra, stasera, in alcuni tratti in apnea.

Lo spostamento di Douglas Costa a sinistra e la ventata di puerile intelligenza in mezzo al campo, firmata Bentancur; sono due carte preziose da rigiocarsi possibilmente fin da subito.

Certo contro il Real Madrid, Martedì, come sostiene Allegri, sarà un altro tipo di partita: dove la Juventus dovrà indossare, per forza di cose, un abito mai rispolverato in questa stagione.

Una prova nel quale il coraggio dovrà oltrepassare la barriera della paura; perchè come stasera, non basterà un ossigeno al Cuadrado, per rimanere a galla nell’oceano dei galacticos.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...