Dybala è un tesoro, non un problema!

dybala

 

Alla fine ha risposto da Signore a tutta la fetta del popolo juventino e non, che aveva osato dubitare del suo talento cristallino.

Paulo Dybala spazza via da solo un indomito Hellas Verona nella corrida del Bentegodi, con una doppietta pregevole confezionata dal suo piede meno nobile, il destro.

La Joya dopo un momento difficile, culminante nelle tre panchine di fila, sprigiona tutta la sua classe in una manciata di minuti, per districare una complicata matassa arrotolata dalla banda di Allegri.

L’inizio fulminate aperto dal vantaggio lampo di Matuidi e dalle tre palle gol sciupate da Higuain, hanno riaperto una gara che non doveva avere alcun senso, dati i valori in campo.

Il pareggio velenoso dell’ex Caceres, è solo la giusta espressione della confusione tattica odierna di Max Allegri; ostile a tenere in campo la premiata ditta Mandzukic-Khedira, sconfinando l’estro di Dybala sull’esterno.

L’entrata in campo nella ripresa di Bernardeschi sulla fascia di destra, accentra la classe della Joya; che decide di entrare in scena da protagonista assoluto.

Se il destro incrociato sull’unico assolo del match di Lichtsteiner sa di toccasana; la perla scagliata 5 minuti dopo è come un arcobaleno che squarcia il cielo di Verona.

Paulo Dybala ubriaca mezza difesa veneta con una seprentina delle sue, incenerendo Nicolas con un chirurgico rasoterra alla sua destra.

In un mese di chiacchere, gossip e soliti rumors di mercato, il 10 argentino è ritornato a fare quello che sa: distribuire calcio con i suoi piedi fatati all’interno di un rettangolo di gioco, nella sua posizione naturale, la trequarti.

A chi vorrà sporcare il sentiero del ragazzo di Laguna Larga vedendolo magari lontano da Vinovo, non resterà che arrovellarsi il cervello, aspettando la prossima partita per tirare il proprio coniglio malefico dal cilindro.

Paulo intanto conosce la propria strada maestra, così come la Signora; consapevole di avere in casa un tesoro più umano che monetario, capace come questa sera di vincere una partita cruciale, da solo.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...