La rivincita di Medhi Benatia

medhi

 

Alla fine ha avuto ragione lui: attendendo che il tempo scandisca con calma e pazienza il suo verdetto.

Medhi Benatia si è preso la difesa juventina, con personalità; rigettando al mittente le accuse di essere uno sfarzoso pacco.

Il 30enne marocchino, martoriato dagli infortuni e schiacciato dalle ingombranti sagome della BBC, sembra aver gettato la maschera dell’indecisione, collocandosi di prepotenza nel cuore della retoguardia bianconera.

Quella che doveva essere solo una lussuosa riserva, si è rivelato il vero acquisto in più del nuovo pacchetto difensivo dei Campioni d’Italia, scalando le gerarchie che sembravano oramai predefinite.

A chi pensava che la pesante eredità lasciata da Bonucci dovesse essere raccolta dalla giovane promessa Daniele Rugani o dall’esperto nuovo arrivo Benedikt Howedes; sarà rimasto sorpreso.

Medhi Benatia, pagato 17 milioni di euro lo scorso Maggio dal Bayern Monaco, dopo un anno di anonimato in prestito alla Signora, è ripartito da zero con cuore e lavoro.

La coppia centrale con il granitico Giorgio Chiellini sembra essere la nuova muraglia, che aiutata da un centrocampo nuovamente protetto, potrebbe gettare le basi per una nuova Juventus formato bunker.

La capacità di annullare il Barcellona nelle mura amiche e quell’attenzione meticolosa contro i folletti partenopei nella scorsa serata del San Paolo, è la chiosa sulla crescita della nuova BBC.

Un misto di grinta, fisicità e qualità; espressa, quest’ultima, in particolar modo dalla discreta capacità di impostazione e di predisposizione al gol del ragazzo di Courcouronnes.

Una scossa quella della nuova Signora che ha affondato le sue radici nel sacrificio comune, impersonificato anche dal capitano del Marocco; vero idolo in patria dopo quel gol qualificazione ai prossimi mondiali di Russia 2018.

In un mondo, quello del calcio, dove si è spesso alla ricerca, a volte affannosa, del colpo ad effetto sul mercato; spesso ci si scorda di rispolverare un materiale prezioso posseduto in casa.

E allora, infortuni permettendo, finalmente è giunta l’ora di Medhi Benatia: il gregario silenzioso, diventato meritatamente il nuovo principe della difesa bianconera.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...