La vendetta di Higuain: “Popolo ignorante statemi a sentì”

el pipita

 

Alla fine ha vinto lui, com’era facilmente pronosticabile ad inizio annata: Gonzalo Higuain ha consumato, ieri sera, nella sua ex dimora, una stupida vendetta appiccicatagli addosso dal popolo napoletano.

Già, perchè probabibilmente, senza quei fischi e quelle assurde accuse nei suoi confronti; il Pipita avrebbe usato la semplice indifferenza contro la sua ex gente, quell’arma gentilmente concessa sino al big match di Domenica scorsa in terra campana.

L’odio e l’ostracismo convinto di un popolo troppo abbagliato dai colori che dal raziocinio; ha risvegliato il fuoco bollente covato nell’animo del numero 9 bianconero, esploso ieri in una performance maestosa dentro il rettangolo verde.

Quella rabbia luccicante negli occhi, già nel pre-riscaldamento; ha trovato conferma in quella splendida doppietta, pesante come un macigno che ha estromesso i sogni bellicosi dei suoi ex compagni.

L’interno destro anticipatamente tagliato  a pelo d’erba è una prelibatezza tipica dei fuoriclasse veri; colori che leggono la giocata prima degli avversari e degli estremi difensori.

Il raddoppio di rabbia e freddezza è la giusta chiosa su un’azione perfetta, conclusa da un terminale fenomenale; che la nuova Juventus può permettersi.

Il resto poi, è una pura lezione di intelligenza e personalità di un uomo con gli attributi d’acciaio; colui che invece di abbattere il suo animo, lo alimenta a colpi di insulti e sfottò.

Gonzalo, anche questa volta, non ha avuto paura della bolgia del San Paolo, di una corrida che l’ha offeso per 180′; ha risposto con i fatti ad un pubblico esigente.

Lo stessa platea pretenziosa, che rimane costantemente inebriata dal nocivo fumo del proprio presidente; colui che vorrebbe vincere la guerra con le parole, vendendo i propri caporali da battaglia.

Stavolta, però, il tornaconto è stato più amaro del solito per il romantico popolo partenopeo: Gonzalo ha vinto in tutto, con rabbia, puntualità e precisione; da vero campione.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...