Dalla “cazzimma” alle cazz..te: il triste destino di questo Napoli!

Soccer: Italy Cup; Juventus-Napoli

 

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, penseranno dalle parti di Torino: già solo “penseranno”, perchè le tesi profondamente contorte e tremendamente nocive alla legge dello sport, non tangiscono minimamente la forza dei Campioni d’Italia.

Anche ieri, la prima potenza footballistica nostrana ha fornito l’ennesima prova di “onnipotenza calcistica”, al cospetto di un avversario, il Napoli, ben organizzato; ma capace di fare solo il solletico alla Vecchia Signora, prima di crollare sotto i colpi di Dybala e compagni.

Un’autentica prova di forza lampante e a tratti imbarazzante; che ha permesso agli uomini di Allegri di schiacciare letteralmente i partenopei, chiusi all’angolo per ben 45 minuti di fuoco bianconero.

Basterebbe, forse questo, per “giustificare” un punteggio arrivato si grazie a due calci di rigore (solari), ma netto dal punto di vista qualitativo, fisico e tattico negli interi 95 minuti di contesa.

Invece, no, perchè nel calcio, oggigiorno c’è un’espediente sempre più in voga e consolatorio chiamato “alibi del complotto”, pronto  a raggirare agli occhi dei più deboli, una realtà accecante ed  obiettiva.

Una spada di Damocle, in verità, nei confronti di chi crede di essere considerata una grande squadra; salvo poi nascondersi tramiti questi ingegnosi marchingegni nella caverna dell’insuccesso.

Ed ecco allora che la tanto famigerata “cazzimma”( in grado, secondo antiche leggende campane, se applicata di battere Real Madrid e Juventus); sfaldarsi come un babà dinanzi alla debole “vigliaccata” del complotto.

Insomma, al netto di possibili  e umane sviste, di rigori, tradimenti pallonari e chi più ne ha più ne metta: forse, la vera vergogna risiede proprio nel culto dell’antisportività.

Ammettere la superiorità e stringere la mano all’avversario a volte, può essere la minima base per iniziare ad essere una grande squadra, cari Reina e company.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...