Pjanic, da Roma il sentiero nascosto?

miralem

 

Miralem Pjanic rimbalza nuovamente in cima ai taccuini del calciomercato bianconero, come un boomerang, che prima o poi doveva ritornare.

Già, perchè non è un mistero che il talento bosniaco sia una richiesta esplicita di Allegri e che il rapporto età-esperienza, sarebbe perfetto per il nuovo restyling di centrocampo.

La telenovela Andrè Gomes-Juventus, in queste ultime settimane, sembra stia per ricalcare a pieno il crudele romanzo Draxler, di una stagione fa, con i club inglesi, oramai in procinto di lanciare attacchi impareggiabili.

Ecco, perchè, salvo clamorosi colpi di scena ed investimenti extra-large per il mediano portoghese, sembra sia proprio Pjanic alla fine l’obiettivo più tangibile.

Certo, la Roma preferirebbe non rafforzare una rivale italiana, ma dinanzi ad una penuria di offerte e a delle contropartite squisite messe sul piatto da Marotta (vedi Zaza), potrebbe alla fine cedere il proprio gioiello.

Insomma, fra i cespugli cupi e tortuosi della Spagna, alla fine potrebbe giungere proprio da Roma il sentiero giusto per far decollare il mercato bianconero.

Mascherano-Juventus: un top player con gli attributi

mascher

 

Intelligente, famelico, un leader assoluto dentro e fuori dal campo: Javier Mascherano è il compagno perfetto che ogni calciatore vorrebbe avere in squadra.

Lo sa Leo Messi, da sempre restìo ad un addio del suo fedele amico di battaglia: lo hanno capito Marotta e Paratici, che hanno individuato nel “El jefecito”, il perfetto colpo per pianificare il progetto europeo 2016-2017.

Mascherano-Juventus, per la verità, in questi ultimi giorni è un binomio nuovamente forte nei pensieri di calciomercato: se non fosse altro per la testardaggine del piccolo guerriero di San Lorenzo, deciso più che mai a lasciare il Barcellona.

Le voci provenienti dall’Argentina, in tal senso, non hanno fatto altro che rafforzare tale tesi, con la Vecchia Signora, pronta a sferrare l’attacco giusto.

Sarà la conclusione di un ciclo in blaugrana, il continuo sacrificio in un ruolo non suo o la voglia di non sentirsi più un semplice comprimario al cospetto di un team sfarzoso: fatto sta, che il nazionale albiceleste potrebbe davvero abbracciare il nuovo progetto bianconero.

La capacità di governare il centrocampo, la sicurezza di sentirsi un pezzo pregiato del mosaico di Allegri e il dovuto allungamento contrattuale, potrebbero essere degli argomenti di forte stimolo per il leader sudamericano.

Mascherano-Juventus, allora è tutt’altro che una semplice idea di fantamercato: scommettiamo?

 

Alvaro Morata-Real Madrid: ultimo treno per il “miracolo”

morata

 

No non può finir così, citava una famosa canzone: le strade che congiungono Alvaro Morata al Real Madrid, si uniranno, per poco, ma svaniranno completamente dal continente italiano.

Almeno, questo è il triste finale che tutti i tifosi juventini si aspettano a malincuore e con oramai maturata rassegnazione.

Eppure, quel breve passaggio alla casa madre, prima di emigrare in nuove terre straniere, rappresenterebbe l’ultima ancora di salvataggio per i sogni bianconeri, di trattenere il proprio beniamino sotto l’ombra della Mole.

Con il probabile arrivo di Lewandowski alle merengues, l’ipotetico spazio per lo spagnolo si ridurrebbe, con il trasferimento in Premier, che diverrebbe, a quel punto, obbligatorio.

Certo lo stipendio stellare che i club d’Oltremanica sarebbero disposti a versare nelle tasche di Alvaro, rappresenterebbe un argomento appetibile, per l’assenso del calciatore.

Al contempo, però, si tratterebbe di una nuova sfida per la punta spagnola, della ricerca di un nuovo feeling e di una nuova dimensione.

Non è un mistero, che alla Juventus, il canterano sarebbe la punta di diamante dell’attacco; il micidiale goleador “bello di notte”, che ha rapito, oramai, i cuori dei tifosi bianconeri.

Insomma, solo la decisione dell’uomo Morata, farà la differenza, in un discorso , prematuramente prestabilito e di logica conclusione.

Eppure nello sport, c’è ancora speranza per il sentimento, puro, quello originale.

Basterà, per sovvertire il desiderio “materialistico”?

A Torino attendono: consci di aver fatto il possibile e che servirà un miracolo per toccare con mano un sogno in via di dissoluzione…

 

 

 

 

E SE FOSSE FRUTTO DI UNO STRANO DESTINO…

Paul Pogba has been linked with a move from Juventus to Manchester City this summer

A volte basta poco: una virgola, un pensiero trascurato pochi momenti prima, a cambiare il copione di una storia dai contenuti limpidi e precisi.
Paul Pogba e la Juventus: una storia d’amore, fatta di rispetto, riconoscenza e affetto reciproco, aleggiata però da un fantasma mai domo e arrendevole, la cessione.
Le consuetudinarie voci che vorrebbero il “Polpo” lontano da Torino, si rincorrono anno dopo anno, salvo poi scontrarsi sul muro dell’eroica resistenza juventina.
La voglia di crescere in un ambiente sano e vincente, dove potersi sentire non solo uno di famiglia, ma la “guest star” per eccellenza; rappresenta tutt’ora più che uno stimolo per il francese, un binomio convenevole per entrambe le parti in questione.
Eppure nel calciomercato e soprattutto nella vita quotidiana, l’odore del denaro, riserva sempre delle soluzioni alla cura di tutti i probabili quesiti, in positivo e in negativo.
I 100 milioni di valutazione impressi sul cartellino dell’attuale numero 10 bianconero, sono un prezzo consistente, ma che potrebbe trovare, prima o poi, facile acquisizione.
La minaccia attuale targata Mourinho, potrebbe rivelarsi, presto concreta e incombente; ponendo per la prima volta Marotta e Paratici, dinanzi all’insperata realtà.
Si sa che per colmare quel sottilissimo gap con le big d’Europa, si ha bisogno di ulteriori mattoncini, senza minare le fondamenta: ma cosa accadrebbe, se una restaurazione più ampia avvenisse con in mano 100 milioni?

La Juventus moggiana e ultimamente l’Inter del triplete, (in una delle poche circostanze), ha insegnato qualcosa: che spesso dalle “dolorose” cessioni, possono sbocciare nuovi impensabili successi.
Insomma, qualora le strade fra Paul e la Vecchia Signora, dovessero separarsi, occhio a buttarsi giù: perchè a volte potrebbe essere tutto frutto di uno strano destino…