Antonio Conte: la non ammissione di verità è una tua doppia sconfitta

antonio-conte

In molti, se non quasi tutti,erano pienamente convinti che la diatriba fra Antonio Conte e la Juventus sarebbe continuata a distanza anche negli anni a venire.

Il ct azzurro, probabilmente convinto che dopo la sua partenza dalla Juventus avrebbe potuto togliersi qualche sassolino dalla scarpa, confermando le sue tesi; ha dovuto clamorosamente rivedere il suo  pensiero,ritrovandosi a correggere un tiro, che di certo non voleva fosse così lontano dal suo credo maturato in questi anni.

Succede così, che la propria convinzione di non poter competere fino in fondo con la Juventus in Champions League, venga clamorosamente smentita con i fatti dal suo successore ( nonchè acerrimo nemico di sempre); ponendo il tecnico leccese alla mercè degli stessi tifosi bianconeri, che non aspettavano occasione per schernire il loro “traditore”.

Nella vita e a maggior ragione nello sport, però, si possono sbagliare delle valutazioni e delle scelte; ma la bravura vera consiste nel rimetterle a posto con intelligenza e lucidità.

Antonio Conte, però, sembra al momento non riuscire ad usare questa semplice formula per ristabilire una situazione che gli si sta ritorcendo contro in modo pressante ed incalzante.

Basterebbe infatti, che l’ex campione bianconero, riconoscesse la crescita e la maturità di un gruppo quello juventino, che nel tempo ha raggiunto livelli sorprendenti per tutti; con un percorso tanto veloce quanto graduale.

Ed è questo proprio il punto su cui punta la vera sconfitta di Conte: non ammettere la grandezza di questa Juve, pensando in cuor suo più ad un semplice exploit di un’annata fortunata, andrebbe a sminuire il suo lavoro iniziato 4 anni fa dalle fondamenta.

La vittoria di questa squadra,invece, checchè ne dicano tutti i tifosi, è anche di Antonio Conte, capace di costruire un castello sul quale poi è fiorito un’impero: perciò sarebbe ora che una persona di estrema intelligenza come Antonio, per una volta, privilegi il gruppo al proprio ego: perchè spesso è proprio dall’insieme che risalta di più la vittoria del singolo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...