Ora Allegri ha una freccia in più al suo arco

Alessandro-Matri-Fiorentina-Juventus

A volte dalle sfortune possono nascere dei momenti magici.

Paradossalmente, ha dovuto attenersi a questa regola Alessandro Matri, per ritornare ad essere protagonista con la casacca bianconera.

Il bomber lombardo, infatti, si è sempre mostrato entusiasta del suo ritorno alla Juventus, anche se i minuti passati in panca erano di gran lunga maggiori rispetto a quelli trascorsi sul campo

Tutto avrebbe lasciato presagire al classico prestito secco del Mitra fino al termine della stagione, solo per riempire la casella del quinto attaccante, niente più.

Ed invece, proprio nella serata della difficile remuntada al Franchi, senza l’uomo simbolo del nuovo corso bianconero Carlos Tevez; contro ogni aspettativa è toccato proprio a Matri farne le veci.

Il risultato è stato il gol apriscatole del match ed una prestazione maiuscola, fatta di sponde, corse e tanto tantissimo sacrificio. Insomma, per due anni il tempo sembra non essersi fermato per il numero 32 bianconero, che in queste due stagioni tribolate, sembrava essere il lontano parente di quel killer spietato visto sotto l’ombra della Mole.

La freddezza sotto porta poi, è una caratteristica che ha sempre dimostrato in bianconero e che attualmente in rosa potrebbe rivelarsi una merce preziosa in vista del rush finale della stagione.

Matri, dunque è tornato a colpire: Allegri , che lo ha voluto fortemente, ora avrà una freccia in più al suo arco da scoccare.

2 pensieri riguardo “Ora Allegri ha una freccia in più al suo arco

  1. E’ vero:l’uomo giusto, al momento giusto!
    Ma Allegri ha grandi meriti in generale: ha saputo subentrare a Conte con intelligenza, traghettando la Juve verso il suo stile di gioco che è molto diverso da quello di Conte.
    Allegri usa bene tutte le pedine a sua disposizione e mette in campo una squadra che pensa a sviluppare bel gioco oltre che a correre e “mordere le caviglie”.
    Prepara le partite con grande attenzione ed intelligenza tattica: quella di ieri sera ne è un esempio. Sarebbe stato facilissimo cadere nell’errore di attaccare a testa bassa senza criterio e magari esporsi al contropiede dei velocissimi Salah e Joaquin…ed invece…con pazienza, gioco e pressione costante…0-3 e tutti a casa!
    Francamente non credo troppo nel triplete (penso che in CL passeremo con il Monaco ma poi ci scontreremo con scogli un pò troppo difficili da superare) ma sono certo che arriveremo lontano e che si sia aperto un ciclo forse ancora più esaltante di quello di Conte.
    G.

    p.s. complimenti per il blog…articoli ben scritti e meditati!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...