Non solo Tevez: dietro c’è una muraglia bianconera

muro

Gli attaccanti, si sa, fanno la differenza, elevando una buona squadra fino a farla diventare grande: ma alla base di essa, lo dice il manuale del calcio, ci deve essere una grande difesa .

Ed è proprio, per questo, che la Juventus, da 4 anni a questa parte, sta dominando in Italia e sta entrando, meritatamente, nel gotha del calcio europeo.

Alla qualità e al talento di Tevez, Morata e Pogba, in zona realizzativa: vi è una muraglia dietro, pronta a soffrire e a proteggere la squadra, nei momenti topici di una partita: rendendola spesso invulnerabile.

La retroguardia bianconera, la meno battuta del torneo, con gli attuali 14 gol al passivo; sta addirittura migliorando questo trend nelle ultime giornate, come testimoniano le ultime 4 gare di Campionato senza subire gol; 5 se si considera la trasferta vittoriosa di Coppa a Dortmund.

Merito di questa striscia micidiale è dovuto anche al rientro della “roccia” Andrea Barzagli, che insieme a Bonucci e Chiellini, ha ricomposto un trio affiatatissimo ed impermeabile.

E se gli avversari dovessero in qualche occasione valicare tale barriera?

Be, vi si ritroveranno dinanzi uno straordinario Gigi Buffon, che anche ieri ha dimostrato il suo eccellente stato di grazia.

Non solo Tevez quindi: per sconfiggere questa Juve occorre abbattere la “muraglia bianconera”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...