Questo non è il calcio!

Immagine

 

Ora basta, non si può più andare  avanti così: questo non è più il calcio. Sembra una frase buttata lì, ed invece è quello che sta succedendo ultimamente in Italia. Il vento di chiacchere e veleni che si abbatte da 100 anni a questa parte nei confronti della squadra più prestigiosa d’Italia, la Juventus, ora si sta trasformando in una tempesta di fango pronta a seppellire l’essenza del calcio nostrano.

La sudditanza psicologica nei confronti delle grandi squadre, si sa , è da sempre esistita e riconosciuta da tutti : ma sentir parlare di furti, di complotti e di malafede, non solo da “sempliciotti” tifosi , ma anche da autorevoli e rappresentativi giornali sportivi italiani: è una schifosaggine inqualificabile.

Non si riesce a cadere purtroppo nella semplicità e nell’obiettività di questo fantastico sport , riconoscendo i meriti del più forte e applaudendo l’avversario: in Italia funziona diversamente, ignorando la realtà e arrampicandosi sugli specchi. Ed allora non lamentiamoci se il nostro calcio è lontano anni luce da quello estero, non facciamo i falsi moralisti quando predichiamo calma fra le varie tifoserie sempre più spinte da “indole barbare”; non piangiamo se il nostro calcio viene snobbato dalle altre nazioni.

 

 

Il punto cruciale sta in noi, tifosi di tutti i giorni, professionisti pagati per fornire un giusto ed obiettivo servizio agli occhi degli amanti di questo sport.

Aprire il giornale di lunedì mattina e leggere : “La Juventus vincerà anche questo campionato grazie agli errori arbitrali: ora basta!”; oppure accendere la tv e seguire un dibattito dove giornalisti qualificati, offendono e calunniano persone e società senza un valido motivo; o meglio per la sola invidia di vedere quella magnifica squadra spadroneggiare a suon di vittorie: è ridicolo ed autodistruttivo.

Ed allora un solo auspico e desiderio, anche se difficilmente realizzabile : godiamoci questo fantastico sport ed applaudiamo l’avversario che ci batte ; è una semplice regola che i vecchi maestri di calcetto ci insegnavano, valida è costruttiva, per dare ancora un significato vero al gioco del calcio.

 

Seguiteci su youtube http://www.youtube.com/channel/UCh515cdIi64FJrkR2YvXFeQ

Quale sarà il futuro di Antonio Conte?

marotta-conte

Quale sarà il futuro di Antonio Conte?

 

La Juventus è oramai proiettata alla sfida di domenica pomeriggio contro il Chievo Verona, per riscattare il blackout di Domenica scorsa al Bentegodi.

Con una stagione da terminare ed uno scudetto da conquistare viene allontanato il problema relativo al futuro del tecnico Antonio Conte. Rimarrà e prolungherà, o andrà via? Ecco una breve analisi di ciò…

La penna del gobbo- Post Verona-Juventus 2-2 ( Un pareggio amaro e ricco di riflessioni.)

conte

La penna del gobbo- Post Verona-Juventus 2-2 ( Un pareggio amaro e ricco di riflessioni.)

 

Verona-Juventus 2-2.
Un pareggio che lascia l’amaro in bocca e apre la porta ad una serie di riflessioni.
I ricambi sono all’altezza dei titolari? Pogba oggi parso svogliato, deve rimanere o se non è concentrato sulla causa bianconera , può andar via?Lo scudetto non è poi cosi “scontato”?